Servizi

Paesaggio

Il paesaggio è uno spazio-tempo, è la storia attraverso cui gli uomini hanno organizzato la geografia per viverci. Il progetto di paesaggio come espressione spaziale di sicurezza, di equilibrio, di armonia, risponde alla promessa del diritto alla serenità di ogni essere vivente.

Quando ci si occupa di paesaggio, si cerca di creare progetti che tengano conto delle tipicità e delle potenzialità dei luoghi, che si inseriscano nel contesto circostante in maniera armonica, senza creare cesure e cercando di mettere in risalto gli aspetti caratteristici del territorio in cui vengono calati.

Si rivolge sempre una particolare attenzione alla creazione di progetti che abbiano come obiettivi primari il risparmio idrico ed energetico.

Parchi

I parchi pubblici o privati, da restaurare o da creare ex novo, consentono al paesaggista di esprimersi in grande, di elborare ampi spazi, di usare piante dal forte carattere e prestanza, e di lasciarle espandersi con un controllo sempre presente ma impercettibile dall’esterno. In uno spazio sufficientemente vasto il paesaggista ha un’altrettanto vasta gamma di stili, di essenze, di ambientazioni tra cui scegliere interpretando i desideri di chi fruirò il parco.

Lo studio, grazie all’esperienza maturata sul campo, si occupa ormai da qualche anno della progettazione, del cantiere e dell’organizzazione manutentiva  di grandi parchi “a tema”. In questi casi il progetto scientifico deve integrarsi perfettamente con quello architettonico e spesso, con il progetto di scenografie create ad hoc per evocare ambienti o paesi lontani.


Terrazzi e Giardini

Se manca lo spazio sufficiente perché non creare il giardino sul tetto? La combinazione tra edifici e vegetazione ha sempre stimolato l’immaginazione umana. Il primo esempio di “roof garden” sono i giardini pensili di Babilonia…

Un terrazzo, o un giardino pensile è strettamente legato all’abitazione che vi si affaccia, e questa ne condiziona profondamente l’aspetto. Per le sue stesse caratteristiche fisiche il terrazzo non dovrebbe mai essere un’ambiente lasciato libero. Le piante che vi si inseriscono devono essere scelte nel rispetto delle caratteristiche dell’appartamento di cui il terrazzo è il prolungamento, ed eventualmente, delle scelte condominiali. Il terrazzo è l’ambiente meno naturale che ci sia; in considerazione di ciò noi scegliamo con la massima cura le piante che possono prosperare al meglio in tale ambiente, circoscritto, con poca terra a disposizione ed escursione termica molto elevata. Talvolta, servendoci di elementi artificiali inseriti ad hoc, otteniamo dei risultati sorprendenti.

Restauro

Un giardino non è mai perduto. Se decade o temporaneamente scompare, prima o poi torna a vivere, basta aspettare. Forse è perchè è davvero un sogno, che si avvera così, giorno dopo giorno…

Il territorio italiano è particolarmente ricco di giardini storici. Sono numerosi infatti i Castelli, i Palazzi e le Ville, circondati da parchi e giardini, che documentano fasi importanti della storia dei luoghi e dei suoi abitanti.

“Queste realtà, imprimono carattere ai luoghi e ne diventano una chiave di lettura privilegiata, perchè i segni evocanti la loro esistenza sono percepibili anche dall’esterno del mondo fantastico in essi celato. Le emergenze ambientali sparse nella campagna e segnalanti la presenza di un giardino fanno parte del paesaggio percepito e costituiscono un’importante punto di riferimento visuale, tanto che potrebbero essere considerati quale privilegiato punto di avvio per l’impostazione della corretta gestione del territorio” C.Lodari.


  Poli commerciali

“Un moderno Centro Commerciale difficilmente può inserirsi nel cuore del tessuto urbano, date le sue dimensioni e la necessità di capienti parcheggi. Si situa invece, tipicamente, ai bordi della città, tra questa e una campagna che a poco a poco viene trasformata dall’ espansione di nuove costruzioni, con nuove infrastrutture e nuova viabilità.

Ancora immerso nel “verde”, sia coltivato sia incolto, il Centro Commerciale può risultare un elemento di forte contrasto, ma può diventare piuttosto un trait d’union, un momento di fusione tra città e campagna, con una equilibrata mescolanza di edifici e di natura.

In effetti, negli ultimi decenni la pianificazione ambientale è venuta assumendo un’importanza sempre maggiore; all’interno della pianificazione gli spazi naturali sono tenuti in considerazione sempre crescente e le funzioni a loro attribuite aumentano di giorno in giorno.

Barriere verdi anti-rumore e anti-inquinamento, ombra sulle auto parcheggiate, spazi di relax e di ristoro, sono solo alcune delle valenze che ci si propone nel progettare gli spazi verdi.

La linea di demarcazione tra artificiale e naturale non deve essere percepibile: prati fioriti, macchie di arbusti e alberi monumentali penetrano nel tessuto urbano. Il ruolo fondamentale del verde è quello di completamento, mitigazione, continuazione e contrappunto degli edifici di nuova costruzione. Connettendo interno ed esterno, architettura e paesaggio, artificiale e naturale, inerte e vivente, pietra e foglia, si inventerà un paesaggio nuovo.

E’ questa la filosofia che sta alla base dell’intera progettazione dell’area sistemata a verde che circonda i centri commerciali da noi progettati.”

Consulenze in materia paesaggistico-ambientale  ed agroforestale

Ambiti di intervento:

  • Realizzazione di piani paesistici
  • Studi di valutazione di impatto ambientale VIA
  • Valutazioni ambientali strategiche VAS
  • Recupero paesaggistico ed ambientale di aree degradate (cave; discariche; ..)
  • Ingegneria naturalistica
  • Stima delle produzioni agrarie, valore di macchiatico, valore di abbattimento, ecc.
  • Progettazione di impianti irrigui e di drenaggio
  •  Stima del fabbisogno idrico delle colture e della vegetazione ornamentale
  • Identificazione e difesa di aree vulnerabili dal punto di vista idrogeologico con le metodologie dell’ingegneria naturalistica

Ultima novità
Ultimi Tweets
  • Intervento "Fuori programma"... che sorpresa!! Grazie Novella e Grazie a Paysage! Bellissima giornata

Progetti
Lineeverdi
Tutti sono concordi nel sostenere che il contesto urbano debba essere più vivibile, gradevole ed ecologico, a misura d’uomo e più vicino alla natura.